Monte Baldo

Centra mappa
baldo_3

Funivia Malcesine

 

baldo_1

panoramica

 

 

 

 


 

Monte  Baldo

baldo_1Soggetti : FAUNA La fauna selvatica che frequenta il monte è molto ricca e dagli anni duemila è tornato a vivere anche l’orso, anche se non in modo permanente, risulta però piuttosto comune incontrare le seguenti specie di animali: capriolo, cervo, camoscio, volpe, martora, donnola, ermellino, marmotta, lepre, riccio, tasso, scoiattolo. UCCELLI. Aquila reale, gheppio, quaglia, barbagianni, civetta, gufo reale, sparviero, corvo imperiale, rondine, rondone, codirosso, balestruccio, upupa, astore, picchio, picchio nero, gallo cedrone, fringuello, cinciallegra, pettirosso, allodola, sordone. FLORA Il monte Baldo venne chiamato dai primi botanici “Hortus Europae”, ovvero “Giardino d’Europa”, a causa del grande patrimonio floristico derivato dalle sue caratteristiche morfologiche; esso infatti si può suddividere in una fascia mediterranea (fino ai 700 m), nella fascia montana (dai 700 m ai 1500 m), nella fascia boreale (dai 1500 m ai 2000 m) e nella fascia alpina (dai 2000 m), ognuna caratterizzata da una propria vegetazione. Sono presenti anche specie endemiche del monta Baldo, che non si possono riscontrare in altri luoghi del mondo. INSETTI Sono presenti una grande varietà e quantità di specie animali invertebrate, alcune endemiche, in particolare sono state recensite 2085 specie di lepidotteri. PAESAGGI Le grandi dimensioni di questa catena montuosa offrono una grandissima varietà di paesaggi.

Attrezzatura necessaria : Grandangolo per ritrarre i paesaggi mozzafiato; teleobiettivo per la fauna e gli uccelli; macro per la flora e gli insetti; filtro polarizzatore per aumentare il contrasto del cielo e rendere il blu ancora più profondo; filtri ND per fotografare il movimento delle nuvole, che in vetta corrono veloci, e per l’effetto seta dell’acqua di alcune cascate; treppiede per alba, tramonto e caccia fotografica.

Periodo : Il periodo estivo è quello di maggior afflusso turistico, ma questa catena montuosa offre possibilità fotografiche durante tutto l’arco dell’anno.

Come arrivare : La zona del monta Baldo è molto ampia e penetrabile da diverse direzioni, inoltre le cime più alte sono raggiungibili in tutti i periodi dell’anno grazie alla presenza di diversi impianti di funivia.

Visite : Ingresso libero per tutto il periodo dell’anno e parcheggi gratuiti.